mercoledì 14 novembre 2012

Braciole di pollo al forno





Questo è un semplice ma saporitissimo secondo piatto.
La ricetta proviene da mia suocera...si tratta di semplici braciole di pollo, dissossate, private della pelle e di eventuali parti grasse, quindi fatte marinare nel vino rosso e nell'Ariosto (è un mix di erbe aromatiche essiccate: rosmarino, aglio, salvia, ginepro, alloro, origano, timo, maggiorana, basilico e piante aromatiche). Grazie al vino e agli aromi quel sapore un pò particolare della carne di pollo (che in sè è un pochino scialba o che può avere un saporino non sempre gradevole) viene del tutto eliminato...e lascerà il posto ad un buonissimo aroma....
Nonostante il sapore, dato anche da una gustosa impanatura a base di pane grattugiato e di caciocavallo ragusano grattugiato, il piatto è veramente leggero, in quanto non è prevista frittura ma una cottura al forno, finchè l'impanatura non assumerà un colore dorato.....

Ingredienti (qui sono un pò 'ad occhio')

braciole di pollo dissossate e private della pelle e di eventuali parti grasse
insaporitore per carni Ariosto (per 1 kg di carne è prevista una bustina intera ...io consiglio di regolarsi circa le quantità da utilizzare in base al peso delle braciole che si hanno)
vino rosso
pane grattugiato
caciocavallo ragusano grattugiato
olio extravergine d'oliva
niente sale (è contenuto già nell'Ariosto)


Mettere le braciole di pollo (precedentemente battute con il batticarne) in una terrina  e farle marinare per 1 ora nell'Ariosto e nel vino (io prima le cospargo di Ariosto da ambo le parti, quindi aggiungo il vino). Coprire con la pellicola trasparente e conservare in frigo.


Trascorso il tempo, scolarle (facendo in modo che l'Ariosto aderente ad esse rimanga tale e che non vada via con il vino) e impanarle bene nel pane grattugiato e nel caciocavallo ragusano grattugiato (mischiati tra loro e nelle stesse quantità).
Sistemare le braciole in una teglia rivestita di carta forno e irrorarle con un filo d'olio extravergine d'oliva.


Cuocerle in forno preriscaldato, funzione ventilata sopra e sotto, a 180° per 20 minuti, finchè non si verrà l'impanatura non assumerà un colore dorato...


3 commenti:

  1. Ottime buono queste si che mi attirano, saranno meno salutari per il colesterolo ma una a tantum si può. Bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS. Certo che lo farò al forno ma vuoi mettere il fritto....:-))

      Elimina
    2. Grazie mille per averle apprezzate cara Edvige, sei sempre gentilissima, mi fa veramente piacere che ti siano piaciute:)). Sono davvero ottime e molto gustose, il sapore non molto gradevole del pollo viene qui del tutto annullato:)).
      Io non le ho mai fatte fritte, la ricetta che mi è stata data prevede la cottura al forno ti garantisco che con impostazione ventilata sopra e sotto (io utilizzo il fornetto De Longhi) vengono perfette;) se le provi fammi sapere;)
      Un bacione anche a te e grazie per essere passata:)))

      Elimina