giovedì 10 novembre 2016

Torta di caffè (denominazione impropria e un dolce degli anni '70 sicuramente oggi FORSE improponibile MA buonissimo)







Prima di accingermi a scrivere il post ci tenevo a fare tante precisazioni riguardo questo dolce che vi prego vivamente di leggere!!! Non andate direttamente alla ricetta ma leggete quanto sto per scrivere!!!!

Iniziamo quindi a parlare delle origini di questo dolce, che mia nonna era solita realizzare a partire dagli anni '70 e forse (ma di questo non sono sicura) anche prima.
La fonte è sua cognata, la quale, a sua volta ebbe la ricetta in questione da una ragazza che di tanto in tanto le dava una mano nei lavori domestici..si tratta  di un dolce al cucchiaio sicuramente buonissimo ma oggi improponibile...soprattutto ed essenzialmente per un ingrediente utilizzato per la sua realizzazione, attualmente tra quelli in assoluto più demonizzati, se non quello più demonizzato...ma per non demonizzare anche il dolce (che, ripeto, è veramente buonissimo) bisogna contestualizzarlo nel periodo specifico in cui è stato creato!!
Dovete considerare che oggi tanti ingredienti sono stati rivalutati alla luce probabilmente di studi o ricerche da parte di esperti e ritenuti dannosi per l'organismo..anche negli anni '70 vi erano tentativi in questo senso, ma pare che la tendenza fosse per certi versi opposta!!!Mio padre mi raccontava ad esempio che in quel periodo vennero espressi giudizi non propriamente positivi nei confronti dell'olio extravergine d'oliva al contrario di quello di semi,ritenuto leggero e con proprietà benefiche per il nostro organismo...un'altra convinzione abbastanza radicata era che il burro facesse male, al contrario della margarina: più sana e leggera in quanto al 100% vegetale..il condizionamento era talmente forte che vi erano persone che  la utilizzavano e per le preparazioni più disparate, perfino in luogo dell'olio extravergine per preparare un soffritto, anche al posto del burro per una besciamella e per tante altre preparazioni in cui era previsto questo sostituendolo talvolta in parte e spesso del tutto....porto a testimonianza di quanto affermo un ricettario per la pentola a pressione degli anni '70, scritto da Lisa Biondi (qualcuna di voi lo ricorda? Si tratta di un libricino verde chiaro dato in omaggio con la pentola a pressione datato 1974, mi pare) nelle cui ricette segnalate spesso compare la margarina come ingrediente al posto dell'olio extravergine (presente assai raramente o forse addirittura mai) o al posto del burro (per quanto mi pare che compare anche quest'ultimo, in alternanza alla margarina).. e ricordo anche una sorta di enciclopedia culinaria in tre volumi datata 1973 che possiede ancora mia madre 'I mille menù' da una vita sempre nel mobile della cucina.  Al suo interno: un'infinità di ricette aventi un'impostazione a livello di ingredienti, di grassi (grande uso di margarina e burro e scarsa di olio extravergine d'oliva) e perfino di abbinamenti che oggi difficilmente troveremo nei moderni ricettari, nelle trasmissioni di cucina e nel web!
Ecco, questo è il contesto in cui dovete inserire il dolce in questione, concepito in un periodo, dal punto di vista culinario, differente rispetto i nostri giorni, sia perchè si ritenevano salutari alcuni ingredienti oggi demonizzati e sia perchè non vi era, al contrario di oggi, la convinzione che tanti alimenti fossero dannosi per la nostra salute...si pensava solo alla bontà del cibo, a rendere saporite le pietanze senza preoccupazioni di alcun tipo..atteggiamento oggi considerato sicuramente incosciente ma da capire poichè dovuto indubbiamente al fatto che allora tante cose si ignoravano....
Dopo aver fatto questa lunga prefazione (per giustificare e capire il perchè vi è la margarina tra gli ingredienti: un grasso che io non utilizzo mai e che ho acquistato per realizzare questo dolce buonissimo ) volevo evidenziare il valore affettivo che ha questo dolce al cucchiaio per me: mia nonna era solita realizzarlo negli anni '70  '80, quindi più volte ho avuto modo di assaggiarlo da bambina, qualche volta l'ha preparato anche mia madre (ottima, bravissima cuoca ma negata per i dolci .....qualche volta anche lei l'ha realizzato e fatto assaggiare ad amiche che non lo conoscevano. E ai tempi il fatto che vi fosse la  margarina veniva considerato normalissimo, proprio perchè,tornando al discorso di prima, si ignorava che facesse male alla salute).
Quando io, una volta adulta e appassionata di cucina ho voluto replicarlo (le dosi sono trascritte nel quadernetto di mia nonna, la quale,una decina di anni fa  e forse anche di più, mi fece vedere anche il procedimento) ho tentato di apportare modifiche (sostituendo la margarina con il burro) non ne sono rimasta soddisfatta..al contrario, utilizzando la margarina la resa è mille volte meglio..e, al contrario di quanto si può pensare, non si sente affatto, essendoci anche una crema al cioccolato che rende il dolce golosissimo.
Non so se qualcuna di voi, per il fatto che ci sia la margarina lo voglia provare..io vi consiglio vivamente di provare a realizzarlo almeno una volta, anche una sola volta (per una volta non si muore;) in quanto merita davvero e questo ve lo posso assicurare e garantire..credetemi..non ve ne pentirete!!!!!!!!!!
Ecco finalmente la ricetta:

Ingredienti (dose per una teglia usa e getta di alluminio da 6 porzioni)

200 gr di Gradina (ebbene si...la margarina anni '70, quella preparata ancora secondo ricetta originale..non provate a sostituire con la Vallè perchè non va bene!)
300 gr di zucchero a velo (mia modifica in quanto era previsto lo zucchero semolato che non si scioglieva mai anche utilizzando quello extra fine..e, per quanto si lavorava con le fruste, i granellini si sentivano sempre!!! Considerato questo ho provato ad utilizzare lo zucchero a velo e ovviamente il risultato è decisamente meglio perchè si scioglie subito;). Altra modifica apportata riguarda la quantità di zucchero utilizzata: nella ricetta originale ne erano previsti 400 gr!!! (un pò troppi, 300 gr vanno benissimo, non sono troppi nè pochi, è la quantità perfetta;)
2\3 uova medie freschissime (la ricetta originale ne prevedeva 4...io ne ho utilizzato tre ma potrebbero andare bene anche due..considerate che la consistenza di questa sorta di crema  deve risultare soda e ben montata,un pò come gli albumi montati a neve, se raggiungete il risultato suddetto con due uova fermatevi pure a questo punto;). Ovviamente le uova devono essere freschissime , non essendo prevista la pastorizzazione (negli anni'70 non ci pensavano)
1 confezione grande di biscotti Oro Saiwa

per la cioccolata:

4 cucchiai nè colmi nè rasi di cacao dolce e 2 cucchiai di cacao amaro leggermente più rasi, ma di poco
2 cucchiai rasi di farina 00
1\4 di litro di latte
poca acqua

caffè freddo non zuccherato per bagnare i biscotti

cacao amaro per spolverizzare alla fine


Lavorare la Gradina in un pentolino dai bordi alti e stretto di alluminio pesante..unire poco per volta lo zucchero a velo sbattendo contemporaneamente con le fruste elettriche...


Unire (poco per volta) le uova, cioè rompere il guscio creando un buchino nella punta e aggiungere prima un pò di albume, lavorare con le fruste in azione e unire quindi il rosso..ecc, il tutto poco per volta e continuare a lavorare finchè il composto non risulterà gonfio  e sodo (un pò come gli albumi montati a neve..per quanto riguarda la quantità delle uova io ne ho utilizzate tre ma voi dopo due fate la prova e se vedete che il composto è ben montato e sodo e un eventuale uovo lo farebbe impazzire fermatevi..se al contrario a vostro parere potrebbe reggere unire ancora un altro uovo..vedete voi;).




A questo punto conservare questa sorta di crema in frigo e preparare la cioccolata:
setacciare in una terrina i due tipi di cacao e la farina..


In un pentolino antiaderente versare latte e acqua, mescolare per amalgamare un pò con un cucchiaio di legno..


accendere il gas (fiamma bassa) e quando il composto risulta un pò riscaldato unire (poco per volta, con l'ausilio di un colino o setaccino per evitare grumi e mescolando continuamente e sempre nello stesso verso con un cucchiaio di legno) i due tipi di cacao e la farina che avevamo precedentemente setacciato nella terrina.



Spegnere quando la cioccolata risulterà densa e cremosa ma non dura. Considerare che raffreddandosi tende a rapprendere;)


Farla quindi raffreddare completamente.
Passare ora alla composizione del dolce: versare nel fondo poca crema bianca...




bagnare molto velocemente gli oro Saiwa girandoli contando velocemente fino a 10 e girandoli velocemente da una parte all'altra come potete vedere in foto...

UNO


DUE


TRE



QUATTRO


CINQUE

SEI


SETTE




OTTO


NOVE



DIECI



MI RACCOMANDO: IL CONTO DEV'ESSERE DAVVERO VELOCISSIMO COSì COME IL MOVIMENTO IMPRESSO SUI  BISCOTTI PER GIRARLI DA UNA PARTE ALL'ALTRA PER BAGNARLI..SOTTOLINEO QUESTO IN QUANTO NON DEVONO ESSERE TROPPO INTRISI Nè TROPPO POCO BAGNATI E SE SEGUITE LA MODALITà DA ME INDICATA AVRANNO LA CONSISTENZA GIUSTA E DOPO IL RIPOSO IL TAGLIO RISULTERà AGEVOLE E LA CONSISTENZA DEGLI STESSI BISCOTTI PERFETTA!!

Sistemarli man mano a scolare in un piatto piano in ceramica come vedete in foto:)


Ora fare un primo strato di biscotti disposti in posizione orizzontale, spalmare la cioccolata sopra di essi e coprire con la crema bianca..fare un secondo strato di biscotti disposti in posizione verticale, spalmare la cioccolata e sopra la crema bianca..il terzo strato avrà i biscotti disposti in posizione orizzontale, spalmati dapprima con la cioccolata e poi con la crema bianca.
Fare in tutto tre strati di biscotti alternando la loro disposizione secondo la sequenza da me indicata e ricordando che la cioccolata va sempre spalmata negli oro saiwa!!
E cercare di coprire tutti gli spazi vuoti....
purtroppo mi sono accorta di aver fatto solo la foto del secondo strato con i biscotti disposti verticalmente, ma sono sicura che il procedimento è abbastanza chiaro;)in caso contrario chiedete pure:)


mentre la foto delle coperture di cioccolata e crema bianca è relativa al primo strato (dei biscotti disposti orizzontalmente, infatti è bassino per questo!!Scusate ma avevo dimenticato di fotografare il primo strato ...quando me ne sono accorta avevo già spalmato la cioccolata:(((


sopra la cioccolata spalmare la crema bianca....


Arrivati al terzo e ultimo strato (biscotti disposti orizzontalmente e spalmati dapprima di cioccolata e poi di crema bianca) spolverizzare di cacao amaro...


Coprire benissimo con la carta di alluminio e conservare in frigo (no nel ripiano più alto ma priediligere quelli più bassi).
Preparare la torta di caffè almeno due giorni prima (risulta molto più buona in quanto si insaporisce ulteriormente e in modo davvero notevole: un giorno prima è secondo me poco).

Ecco le fette:



L'ultima fetta....



Sarà anche un dolce degli anni '70, concepito in un contesto culinario a noi lontano (particolare non da poco e che aiuta a capire la presenza di determinati ingredienti) ma è DI UNA BONTà E DI UNA GODURIA UNICA, QUESTO è FUORI OGNI DUBBIO!!!!!

105 commenti:

  1. Infatti, io lo facevo a fine anni 7o!Che buono!Mi hai fatto venire voglia di rifarlo e mi hai fatto ricordare che mia nonna anche in altre preparazioni usava la margarina c'era Gradina e foglia d'oro star!Un bacione cara!Rosetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Rosetta mi fa veramente piacere che conosci questo dolce in quanto anche tu lo preparavi in quel periodo!Evidentemente ai tempi era diffuso e conosciuto!!
      Mia nonna usava l'olio extravergine ma ricordo che in ricette dove era previsto il burro si tendeva a sostituire con la margarina,ai tempi pare che vi fosse una sorta di boom..
      Un bacione anche a te e grazie infinite per aver apprezzato la ricetta sei sempre carinissima:)).

      Elimina
  2. Cara Rosy, se si tratta di una torta, all'antica, fa veramente il caso mio!!!
    io sono pure all'antica e so apprezzare ciò che è veramente buono!!!
    Ciao e buona notte cara amica con un abbraccio e un sorriso:) sorridere fa bene!
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Tomaso mi fa veramente piacere che hai apprezzato questo dolce che mia nonna era solita realizzare negli anni 70(ma anche 80quando io ero piccola:)sei gentilissimo:).
      Un abbraccio e un sorriso anche a te:)

      Elimina
  3. La Gradina era anche a casa mia la si usava per i dolci.
    Sarà anche poco salutare questo dolce, ma deve essere buonissimo :)
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La gradina veniva utilizzata da tante persone,all'epoca,in quanto ritenuta sana e una sostituta a detta di molti,più light del burro!
      Oggi si e' scoperto che non fa bene e il suo ruolo è stato decisamente rivalutato!
      Nonostante ciò è fuori ogni dubbio che il dolce in questione e' buonissimo;)e ti ringrazio tantissimo per averlo apprezzato,sei troppo gentile:)).
      Un bacione anche a te:))

      Elimina
  4. Ora come ora non potrei provarlo per ovvi motivi di salute, ma immagino sia buonissimo. Io la margarina la usavo spesso al posto del burro, ma ora sto eliminando sia uno che l'altra. Deve essere una bontà assoluta !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente il dolce in questione è una bomba di calorie...infatti non ricordo più quando l'ho preparato l'ultima volta..prima di sposarmi di sicuro e conta che quest'anno ho fatto sei anni di matrimonio..quindi puoi immaginare...ma la bontà e la goduria assoluta della torta di caffè e' fuori ogni dubbio..ti ringrazio infinitamente per averla apprezzata sei troppo gentile,mi fa veramente piacere che ti sia piaciuta:)).
      Un bacione:))

      Elimina
  5. Confermo è proprio una goduria questo dolce!
    Non l'ho mai fatto utilizzando i biscotti Oro Saiwa ma proverò.
    Un bacio cara :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente una goduria unica cara Adenina e mi fa veramente piacere che lo conosci e hai avuto modo di apprezzarlo:)).
      Un bacione anche a te e grazie ancora sei sempre gentilissima:))

      Elimina
  6. Mmmm...di questo ne potrei mangiare una teglia intera! Ahah! Un super bacio!
    unospicchiodimelone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite per aver apprezzato questo dolce,sei troppo gentile:))mi fa veramente piacere che ti sia piaciuto:)).
      Un bacione anche a te:))

      Elimina
  7. Che bello leggete tutta la storia mia amica , lo divorerei immagino la bontà perché ne faceva uno simile mia mamma e non l'ho mai scordato!!! PS : non mi sono scordata di te periodo pesante stiamo lavorando da due mesi senza un giorno di riposo ne ho altri due un saluto veloce amica mia spero tu stia bene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima amica mi fa veramente piacere che conosci questo dolce in quanto lo preparava anche la tua mamma e quindi sicuramente riveste per te un enorme valore affettivo:)))).E ti ringrazio di cuore per averlo apprezzato,sei sempre carinissima:))
      Un bacione:))
      PS:non ti devi assolutamente preoccupare né giustificare,capisco perfettamente:)).Io sto bene,grazie per il pensiero:))e spero che anche per te valga altrettanto:))

      Elimina
  8. La proverò sicuramente , deve essere buonissima anche con la margarina !! Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio infinitamente per averla apprezzata Mary,sei sempre gentilissima:))mi fa veramente piacere che ti sia piaciuta:))ti consiglio vivamente di provarla,fammi poi eventualmente sapere;).
      Tanti baci anche a te:))

      Elimina
  9. Come non ricodarsi di Lisa Biondi dovrei avere un libro di lei e anche una rivista oltre al libriccino che citi. La margarina si la ricordo bene la Gradina è la più vecchia marca poi si diceva che fosse mista alla macinata di un bastone.... non si usava il burro era troppo caro anche se la margarina non era gratis. Io uso ancora oggi non la margarina ma una specie vegetale con l'apporti di un 20% di burro. Solo burro non va bene ma d'altra parte uso quasi mai ma solo olio evo a crudo. Tutti i disfritti o simili io li faccio solo con l'acqua ma fritto. Buono il dolce bravissima ma non va per me purtroppo. Prendo un pezzettimo qui o al caso me lo mandia via internet :D :D
    Buona fine settimana un bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io la conosco come autrice di quel libricino che mia madre possiede da una vita,ricevuto in omaggio con la pentola a pressione acquistata negli anni 70 prima che io nascessi;).
      Le ricette sono molto varie e oggi sicuramente improponibili o comunque un po' da rivedere...
      La Gradina sapevo anch'io che fosse la marca più vecchia,spesso nominata nelle vecchie ricette dei ricettari anni '70..non sapevo che si dicesse che tra i suoi componenti vi fosse la macinata di un bastone..certo..salutare non è ma non pensavo fino a quel punto:)))).Quindi a parte la convinzione che fosse più salubre del burro vi era anche una motivazione economica che potrebbe aver giocato un ruolo per la sua diffusione così massiccia...io a dire il vero non la uso mai,per cucinare solo olio extravergine ed eccezionalmente il burro (dipende dalla ricetta,se questo è tassativo come ad esempio nella besciamella lo utilizzo!).
      Mi dispiace davvero che non puoi assaggiare il dolce..te ne manderei volentieri una bella fetta:)).
      Un bacione, buon fine settimana anche a te e grazie infinite per aver apprezzato la mia ricetta sei sempre carinissima:))

      Elimina
  10. Lo mangiavo spessissimo da mia suocera che lo preparava quasi ogni domenica... e finiva subito!!! E' un dolce buonissimo di cui ricordo ancora la bontà anche se sono tantissimi anni che non lo mangio.
    Apprezzo tantissimo questo dolce so che è eccezionale!!!
    Grazie per averci fatto conoscere la storia di questo dolce, come sempre sei bravissima!!!
    Flora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa veramente piacere Flora che hai avuto modo di conoscere e apprezzare questo buonissimo dolce:)).Mia nonna lo preparava negli anni'70 e anche '80 (quando ero una bambina)e il ricordo della sua assoluta bontà non mi ha mai abbandonato;).
      Grazie di cuore per averlo apprezzato e per i complimenti sei sempre troppo gentile e carinissima:))
      Un bacione:))

      Elimina
  11. Mia suocera lo preparava spesso e io lo trovavo delizioso, proprio come il tuo. Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa veramente piacere che anche tu hai avuto modo di conoscere e apprezzare questo dolce,e ti ringrazio infinitamente per aver apprezzato la mia torta di caffè sei troppo gentile:)).
      Tanti bacioni anche a te:))

      Elimina
  12. Rosy carissima... non avresti potuto spiegare meglio sia il procedimento, che sembra un vero ed intrigante rito, che la golosità e l'affettività legata a questo dessert datato. Li ricordo benissimo i quadernetti di Lisa Biondi! Ricordi, inoltre, la réclame dell'estratto liebig? 😃 A casa mia non si è mai fatto uso di margarina, sia mia mamma che mia nonna materna (abitavamo tutti nella stessa palazzina di famiglia per cui io andavo avanti e indietro tra una cucina e l'altra) da brave piemontesi hanno sempre usato il burro. Io credo che il sapore della margarina (che si ... fa male ..) rievochi in te il "sapore" di bambina e lo percepisci golosissimo. Ma non sono il tipo che fa psicologia da 4 soldi e quindi .. posso solo supporre sia così! Senza dubbio lo assaggerei con grande entusiasmo. Fatto da te però 😘 Bacioni e grazie sia per la ricetta passo-passo che per i ricordi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Simona ti ringrazio di cuore per i complimenti sei troppo gentile e sempre carinissima:)).Mi fa piacere che ricordi quest'autrice che io conosco unicamente in quanto mia madre possiede da una vita il suo libricino verde chiaro per ricette con la pentola a pressione..la réclame quando veniva mandata in onda?Anche se piccola ho buona memoria delle pubblicità anni' 80 in quanto da bambina mi colpivano e ne ricordo tante;).Immagino si trattasse dell'estratto di carne,ho letto che in quel periodo era abbastanza diffuso:).
      A casa mia mia madre e mia nonna materna (sai,anche noi abitavamo nella stessa palazzina di famiglia:)utilizzavano l'olio extravergine ma notavo che in alcune preparazioni si tendeva ad utilizzare la margarina in luogo del burro per quanto mia nonna utilizzava lo strutto nelle ricette tradizionali,come era solita fare ai suoi tempi anche a casa sua (allevavano loro i maiali e tra le altre cose ne ricavavano lo strutto,questo quando era giovane).
      La golosità del dolce più che al sapore della margarina in sé (che non ha un gran gusto a dire il vero)e' attribuibile all'insieme di tutti i sapori che si amalgamo tra loro garantendo un risultato godurioso;).
      Mi farebbe immensamente piacere farti assaggiare questo dolce:pur trattandosi di una bomba di calorie e' buonissimo:)).
      Tanti bacioni e grazie infinite a te sei sempre carinissima:))

      Elimina
  13. Ciao Rosy, complimenti per il post e per l'esauriente spiegazione che hai fornito riguardo a questo golosissimo dolce, dev'essere di un buono irresistibile, la foto lo conferma.
    Sinceramente non ho mai usato la margarina, se il risultato è questa meraviglia ne vale sicuramente la pena di provarla!
    Grazie per aver condiviso la preziosa ricetta di famiglia, un caro saluto e buon w.e.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gabry i ringrazio infinitamente per i complimenti e per aver apprezzato il dolce che ho postato,sei troppo gentile e carinissima:)).
      Io non uso mai la margarina,preferisco (laddove veniva solitamente utilizzata)il burro..ma qui devo riconoscere che e' perfetta in quanto l'insieme dei sapori che ne risulta dagli abbinamenti utilizzati e' goduriosissimo:)).
      Grazie di cuore ancora a te per aver apprezzato la mia ricetta,un bacione e buon fine settimana anche a te:))

      Elimina
  14. Bellissimo post e che dire della ricetta anni 70??? Ottima!
    Ricordo anch'io la margarina ma non l'uso che ne facevamo :)
    Se ti avanza una fetta ricordati di me!! :)) Buon fine setimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore per aver apprezzato il post e la mia ricetta cara Grace sei sempre carinissima:)).
      L'uso della margarina era molto diffuso negli anni '70 (anche 80)in quanto era diffusa la convinzione che fosse più salutare del burro e vi erano quindi persone che la sostituivano a questo ritenendola più leggera!Oggi invece si è scoperto che fa malissimo e si ritiene sia uno dei grassi peggiori!
      Ma utilizzandola una volta per fare una volta sola questo dolce...sono convinta che non di muore;).
      Il dolce è buonissimo e con piacere te ne manderei una bella fetta;).
      Un bacione e buon fine settimana anche a te:))

      Elimina
    2. Ah ecco vedi mi hai ricordato a cosa serviva, grazie! :)
      Buon fine settimana carissima...........

      Elimina
    3. Carissima Grace figurati:))mi fa piacere esserti stata utile;).
      Buon fine settimana e un bacione anche a te:))

      Elimina
  15. Ricordo questo dolce, è'buonissimo! Lo voglio fare anch'io prima possibile.
    baci e buon weekend!

    RispondiElimina
  16. Ricordo questo dolce, è'buonissimo! Lo voglio fare anch'io prima possibile.
    baci e buon weekend!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa veramente piacere che lo apprezzi avendo avuto modo di assaggiarlo e potendone quindi confermare la bontà;).
      Ti consiglio vivamente di rifarlo:merita davvero;)
      Tanti baci,buon fine settimana anche a te e grazie mille ancora sei davvero gentilissima:))

      Elimina
  17. Che bello rivalutare i dolci del passato anche io ho deu ricordi nostalgici.. Sono i dolci migliori
    Grazie per questo omaggio
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo pienamente con quanto scrivi:)).
      I dolci del passato sono spesso intrisi di piacevoli ricordi legati alla nostra infanzia e per questo il valore affettivo che rivestono e' enorme:)).
      Grazie infinite a te per aver apprezzato la mia ricetta sei sempre carinissima:))
      Un bacione anche a te:))

      Elimina
  18. Non conoscevo questo squisito dolce e leggendo il post ho subito pensato che il burro l'avrebbe migliorata, invece mi sbagliavo. Ricordo il periodo in cui la margarina prese piede e veniva considerata più sana da tutti .. tranne che da mia madre, a lei non è mai piaciuta, anzi affermava convinta che del burro e dell'olio conosceva il contenuto, mentre della margarina no. Alla luce dei fatti aveva ragione lei.
    Un bacio e buon weekend.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio tantissimo Marina per aver apprezzato il mio dolce,sei sempre gentilissima:)).Una volta, tempo fa, provai a sostituire con il burro ma devo confessare che il risultato migliore è proprio con la margarina...la quale per un lungo periodo,come ricordi giustamente tu, prese il sopravvento sul burro essendo ritenuta (a torto ovviamente,ma questo l'abbiamo scoperto oggi:)più sana e leggera poiché al 100%vegetale..tua madre aveva pienamente ragione e aveva visto giusto:))infatti è proprio vero quanto affermava:il burro sappiamo da cosa e' composto,così come l'olio mentre la margarina...eppure ai tempi pochi si interrogavano su questo e credevano ciecamente a questa voce diffusissima e ben radicata!
      Un bacione anche a te e buona domenica:))

      Elimina
  19. Rosy cara stai tranquilla, conosco pesone che mangiano i dolci solo se c'è la margarina, perché il burro alza il colesterolo. Forse lo alza anche la margarina ma meno... E conosco persone che mangiano i dolci solo se c'è la margarina vegetale, perché il burro è fatto con derivati animali. E conosco persone che mangiano la margarina da anni, e trovano che burro e olio siano troppo forti. Insomma, siamo tutti con te. Io di mio uso oramai quasi solo olio d'oliva, ma ho sempre un po' di burro tedesco in frigo (molto più saporito, al cofronto quello italiano sembra margarina, fortunatamente abito non lontano dal Trentino Alto Adige quindi lo trovo anche qui). Non mi preoccuperei di comprare la margarina se fosse necessario per la buona riuscita di una ricetta al cioccolato come questa, come non disdegno di comprare il mascarpone se voglio fare il tiramisù: questa ricetta infatti mi ricorda il tiramisù e anche la Zupfkuchen tedesca (che però ha i burro). Mi preoccupano di più gli oro saiwa che non mi sono mai piaciuti ;) Grazie per le spiegazioni super dettagliate, buon fine settimana cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Elle anch'io conoscevo persone con queste convinzioni e che quindi ritenevano la margarina più salutare del burro in quanto priva di colesterolo (dicevano così:)e i dolci realizzati con questo grasso erano per loro il top..mentre oggi ,in seguito alla scoperta della dannosità della margarina per il nostro organismo questo fenomeno si è decisamente ridimensionato e si sentono meno persone che ne fanno uso,nonostante qualcuna c'è sempre!
      Per quanto mi riguarda io non la uso mai poiché per cucinare prediligo l'olio extravergine d'oliva mentre per i dolci il burro se biscotti (talvolta lo strutto ma per pochi dolci tradizionali)e olio di semi (nella maggior parte dei casi)per torte o muffins(talvolta però anche il burro..dipende dalla ricetta..).La margarina l'ho acquistata di recente per preparare il dolce in questione in quanto a mio giudizio tassativa.. ma non la uso praticamente mai!Ti consiglio vivamente comunque di provare la torta di caffè in quanto di una goduria unica e troppo golosa!!Fammi poi eventualmente sapere;).
      Per quanto riguarda gli oro saiwa non preoccuparti:nell'insieme di tutti questi sapori non ti accorgi che i biscotti utilizzati sono loro;)!
      Un bacione,buona domenica anche a te e grazie infinite a te per aver apprezzato la ricetta e il post,sei sempre troppo gentile:))

      Elimina
  20. Risposte
    1. Grazie mille per essere passata:))

      Elimina
  21. Non ricordo se era lo stesso procedimento, ma anche mia mamma preparava questo buonissimo dolce Io per la verità uso la margarina, anche se ultimamente preferisco l'olio che è a Km 0. Perchè per tutti gli alimenti l'importante è conoscere l'origine. Un abbraccio e buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa veramente piacere cara Barbara che anche tua madre preparava questo godurioso dolce e che quindi hai avuto modo di assaggiarlo e apprezzarlo;).
      Per quanto riguarda la margarina io non la uso praticamente mai ma l'ho acquistata di recente per realizzare la torta di caffè:)..hai fatto benissimo a utilizzare l' olio,considerando che sicuramente il tuo e' di qualità eccellente;).
      Concordo pienamente con quanto scrivi:conoscere l'origine degli alimenti è di fondamentale importanza;).
      Un abbraccio e buona serata anche a te:))

      Elimina
  22. Che buono questo dolce, sai sono stata sempre tentata di provarlo, devo rimediare! La margarina e il burro per la maggior parte cerco di evitarli, di solito uso olio d'oliva di mia produzione, ma un'eccezione si potrebbe fare! Un bacione cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Molly ti ringrazio tantissimo per aver apprezzato questa ricetta sei sempre gentilissima:))ti consiglio vivamente di provarla in quanto il dolce è davvero godurioso e di una bontà unica;).
      L'olio d'oliva di tua preparazione e' sicuramente di qualità eccezionale,che bello averlo a disposizione così genuino;).
      Un bacione anche a te:))

      Elimina
  23. Cara Rosy, a casa mia la margarina non si è mai usata. Siamo cresciuti con l'olio extravergine che mia madre ha sempre usato per cucinare e pure per friggere ahahah e pochissimo burro. Io l'ho scoperta quando venni per la prima volta a Milano dato che la utilizzava mia zia.
    A parte questo, se il dolce è più buono usandola, non vedo il motivo di sostituirla con il burro. Visto che si tratta di farlo una volta ogni tanto.
    Non amo fare i dolci ( dire il vero credo di essere negata) gli unici che preparo con buoni risultati sono la pastiera napoletana ( ricetta della nonna) e la torta di mele. Poi cose veloci come il tiramisù. Apprezzo moltissimo il tuo post che mi ha permesso di rituffarmi nel passato. Come sai, io apprezzo moltissimo i ricordi di famiglia.
    Un bacio grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Mariella io non compro mai la margarina ma per questo dolce ho fatto un'eccezione in quanto a mio giudizio in questa ricetta è tassativa!!Il grasso migliore,anche per la frittura e' l'olio extravergine quindi tua madre faceva benissimo a utilizzarlo anche per friggere;).
      Questo dolce non lo preparo di frequente...pensa che l'ultima volta è stato prima di sposarmi e io sono sposata da sei anni!Quindi il fatto che a distanza di tanto tempo ho utilizzato e consumato la margarina non mi creerà sicuramente alcun danno;).Ho provato anni fa a sostituire con il burro ma non mi era piaciuto;con la margarina il risultato è decisamente meglio;).
      A me fare i dolci piace tantissimo (sembrerebbe il contrario perché nel mio blog non ve ne sono tantissimi ma ti garantisco che mi piace sia farli che mangiarli:))
      Ti ringrazio infinitamente per aver apprezzato il mio post e la sua impostazione,sei sempre troppo gentile e carinissima:)).
      Un bacione grande anche a te:))

      Elimina
  24. Hai proprio ragione!in frigorifero quando ero bambina si teneva la margarina e del burro nemmeno l'ombra, strutto per friggere o olio di semi! negli anni 70 era tutto diverso, sei anche io possiedo libri di anni 60 e 70 e confermo le tue affermazioni! Bello gli anni 70 anche musicalmente parlando e poi in quegli anni sono nata io 😉! buona serata carissima Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Rita negli anni' 70 (e anche '80) la margarina era diffusissima in quanto ritenuta più salutare del burro poiché al 100% vegetale e tantissime persone la utilizzavano in luogo di questo in quanto considerata il grasso più sano!Si tratta di tempi anche dal punto di vista culinario lontanissimi dai nostri giorni:si ignorava che certe cose facessero male e anzi,se ne incoraggiava l'uso;).
      Anni bellissimi comunque,concordo pienamente con te,anch'io sono nata in quel periodo;)
      Un bacione grande e buona serata anche a te:))

      Elimina
  25. Io posso dirti che per il passato ho usato la margarina
    e non esiterei a riusarlo x assaggiare una simile golosa bonta'!!
    Complimenti a te cara Rosy
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Enza ti ringrazio di cuore e infinitamente per aver apprezzato la mia ricetta e per i complimenti sei sempre troppo gentile e carinissima,ti consiglio vivamente di provarla,fammi poi eventualmente sapere;)
      Un bacione anche a te:))

      Elimina
    2. 😙😙😙buona serata e te carissima Rosy e aspetto tue nuove e splendide ricette

      Elimina
    3. Grazie di cuore per il bellissimo pensiero carissima Rita sei carinissima:)).
      Un bacione e buona serata anche a te:))

      Elimina
  26. Cao Rosy, ma sai che anche mia nonna preparava qualcosa di simile. Io non ho la sua ricetta, ma dalla tua descrizione mi sembra quasi uguale e poi ricordo anche io i pacchetti di gradina nel frigo. Un salto nella memoria oltre che negli affetti e negli usi di un tempo che, mi sembra di capire, è molto caro anche a te. Ti abbraccio, a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Carla mi fa veramente piacere che anche tua nonna preparava una ricetta simile e che quindi anche tu hai avuto modo di apprezzare questo dolce;).
      La ricetta in questione riveste per me un grande valore affettivo ed è per questo motivo (oltre che per la sua bontà)che ho deciso di pubblicarla e quindi condividerla:).
      Un abbraccio anche a te e a presto:))

      Elimina
  27. Questo dolce ricorda moltissimo lo stracchino-della-duchessa ma con biscotti secchi al posto dei savoiardi! Cmq l'aspetto affettivo della ricetta lo rende sicuramente ancora più buono e meno peccaminoso :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non conosco lo stracchino della duchessa ma immagino sia un dolce golosissimo e godurioso;).Anche questo è realizzato con i biscotti secchi ed è buonissimo per quanto non salutare a causa della presenza della margarina (ma trattandosi di un dolce anni'70,come scritto in apertura al post,ai tempi questo grasso veniva considerato il migliore e il più sano e in conseguenza a ciò se ne faceva larghissimo uso!Oggi al contrario si è scoperto che fa male e il suo utilizzo si è notevolmente ridimensionato:).
      Il valore affettivo che riveste questa ricetta è grandissimo e il che la rende speciale,per questo ho deciso di condividerla (oltre che per la sua bontà;).
      Un bacione:))

      Elimina
  28. Che post interessante e che meraviglioso dolce presentato con la chiarezza e la precisione che ti contraddistingue, bravissima!!!
    Non devo aver mai provato la margarina, ma anch'io sono dell'avviso che per una volta o poco più non possa far danno. Come sempre non è la ricetta in se che colpisce, ma la passione e l'amore che traspare nella tua presentazione.....in conclusione, anche a quest'ora una bella fetta, come nella foto, di questo golosissimo dolce me lo papperei molto volentieri!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Laura ti ringrazio infinitamente e di cuore per le splendide parole di apprezzamento nei confronti del mio post e della mia ricetta,sei sempre carinissima e troppo gentile:)).
      Pur non trattandosi di un dolce salutare per la presenza della margarina tuttavia è di una bontà e di una goduria unica...e poi per una volta(come scritto e ribadito in apertura al post;)non si muore:).Sarei felicissima di fartelo assaggiare,ti garantisco che e' veramente buonissimo:).
      Ti ringrazio tantissimo per averlo apprezzato sei sempre gentilissima:)).
      Tanti baci anche a te:))

      Elimina
  29. Lo conosco questi golosissimo dolce, lo adoro!!!! Da noi la chiamiamo "mattonella"... mi hai fatto venire voglia di farlo!!! Bacioni cara Rosy!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Simona mi fa veramente piacere che anche tu conosci e apprezzi questo golosissimo dolce:)).
      Grazie infinite e tanti bacioni anche a te:))

      Elimina
  30. Ciao Rosy! Molto interessante ciò che hai scritto (per me è storia, sono nata 20 anni dopo eheh) ma ti dirò, io vado controcorrente! A casa mia, la margarina la utilizziamo comunque anche se molto raramente: credo che una volta ogni tanto non faccia poi così male (un po' come le uova crude), fermo restando che bisogna conoscere a fondo l'origine degli alimenti che consumiamo. Comunque riguardo la torta, davvero deliziosa! Mi ricorda tanto la torta di gallette al caffè che fa spesso mia mamma :-D Baci e buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sanny sono contenta che hai letto con piacere il mio post e che questo ha suscitato in te interesse;).Concordo pienamente con quanto scrivi:consumare ogni tanto (ma proprio ogni tanto...) certi cibi che e' risaputo facciano male al nostro organismo non può,anche a mio giudizio,recare alcun danno!!Ti ringrazio infinitamente per aver apprezzato questo buonissimo dolce al cucchiaio,sei sempre gentilissima,mi fa veramente piacere che ti sia piaciuto e che tua madre ne prepara uno simile;).
      Tanti baci e buona settimana anche a te:))

      Elimina
  31. Ciao, ti ho scoperto tramite "la festa dell'amicizia" indetta dal blog "la cuochetta e il piccolo chef". Sono passata a trovarti e mi sono unita ai tuoi lettori fissi.
    A presto...
    Www.idolcidigrazia.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Grazia ti ringrazio tantissimo per essere passata ed esserti unita ai miei lettori,ho letto il tuo messaggio,sono già passata a trovarti e con piacere mi sono iscritta ai tuoi sostenitori;)

      Elimina
  32. beh mi sono letta tutttttto il post. Mentre lo leggevo mi veniva alla mente un dolce che faceva sempre mia nonna (http://ilmestolobirichino.blogspot.it/2016/05/cara-nonnaed-il-tuo-dolce-torino.html), mamma mia....
    Assomiglia vagamente al tuo, ma non saprei dirti se all'origine mia nonna usava la margrina o ha sempre usato il burro (essendo nata e vissuta in campagna forse se lo facevano in casa ai tempi per cui forse usava il burro!!!).
    Ma credo che questi dolci abbiano un sapore particolare più legato ai ricordi che agli ingredienti in se (che di certo certe botte di burro/margarina non sono proprio il top per la salute, ma è poi anche vero che mica se ne mangia un chilo alla volta e tutti i giorni!!!!
    Bravissima e grazie per avermi fatto ritornare alla memoria mia nonna (che tra l'altro è ancora viva e vegeta...lunga vita alla nonna!!!!)
    Un super abbracciotto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Mila sono andata a vedere il golosissimo dolce che preparava tua nonna(grazie mille per avermi segnalato il link;)lo trovo simile per certi versi a questo ma al tempo stesso differente per alcuni ingredienti utilizzati e per alcuni passaggi:ottimo anche il tuo e da provare sicuramente;).
      Concordo in pieno con quanto scrivi:si tratta di dolci che rivestono un valore affettivo in quanto legati a ricordi relativi a persone care e questo li rende sicuramente speciali a prescindere dagli ingredienti in sé che vengono utilizzati:).
      E concordo anche su quanto scrivi in relazione agli ingredienti utilizzati,certamente non salutari per il nostro organismo..ma trattandosi di un consumo più che saltuario non può certamente recare danno;).
      Ti ringrazio infinitamente per aver apprezzato il mio dolce e per i complimenti,sei troppo gentile:))mi fa veramente piacere che la mia torta di caffè abbia evocato ricordi legati ad una persona a te tanto cara;).
      Un abbraccio affettuoso anche a te:))

      Elimina
  33. Sai anche da me negli anni 70 si faceva qualcosa molto simile, e mia mamma metteva il burro montato con lo zucchero !!!! Buonissimo !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa veramente piacere Rossella che anche tua madre preparava in passato un dolce simile a questo e che quindi hai avuto modo di apprezzarlo:))
      Un bacione e grazie mille per il commento:))

      Elimina
  34. Ciao Rosy!
    E' vero, una volta la margarina era molto usata, anche semplicemente per condire la pasta in bianco al posto del burro, messa sopra a riccioli, rendeva il piatto squisito.
    Personalmente non la uso, quasi sempre sostituisco con l'olio, però il tuo dolce ha un aspetto golosissimo, tanto da pensare che ne valga veramente la pena di fare uno strappo ogni tanto. Complimenti, sei sempre molto chiara e bravissima, grazie mille per la ricetta, unica e preziosa perchè tramandata. Un abbraccio e buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Saddy mi fa piacere che anche tu confermi quanto ho scritto riguardo la margarina:tanti anni fa il suo utilizzo era normalissimo e largamente diffuso..oggi questo si è notevolmente ridimensionato in quanto si è appreso che si tratta di un grasso dannoso per la nostra salute,viene ritenuto il peggiore in assoluto!
      Neanch'io la utilizzo,preferisco l'olio extravergine per cucinare e il burro laddove tassativo.Ho acquistato la margarina solo per realizzare questo dolce e sono convinta che per una volta (pensa che non lo preparo da oltre sei anni!!)non possa assolutamente recare danno;).
      Ti ringrazio infinitamente per aver apprezzato la mia torta di caffè,sei troppo gentile,ti consiglio vivamente di provarla,anche solo una volta;)).
      Grazie di cuore inoltre per i complimenti,per aver apprezzato il post e la ricetta,sei carinissima:))in effetti il valore affettivo che riveste è enorme e il che la rende speciale;).
      Un abbraccio e buona serata anche a te:))

      Elimina
  35. Un post molto interessante per un dolce che è sempre il top! Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore per aver apprezzato sia il post che la ricetta,sei sempre gentilissima:))
      Un bacione anche a te:))

      Elimina
  36. un dolce squisito, poi quelli al caffè sono i miei preferiti. Un bacione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio infinitamente per averlo apprezzato Giovanna,sei sempre carinissima:)).
      Un bacione anche a te:))

      Elimina
  37. Ma che interessante questo dolce! Non l'ho mai provato.. ammetto che la margarina mi ispira meno di zero, ma se lo dici tu mi fiderò!

    L’angolo della casalinga, ricette veloci e facili

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanch'io amo la margarina,pensa che non la uso mai...ma per questo dolce ho fatto un'eccezione perché merita davvero in quanto il risultato è notevole;).
      Un bacione:))

      Elimina
  38. Mamma mia io che sono golosissima incomincerei a mangiare da questo che sa veramente di leccornia.....
    Questa mania di considerare certi ingredienti salutari e altri meno continua ad imperversare...
    Ora abbiamo se non sbaglio l'olio di palma , nocivissimo..mah..io non ne sono affatto convinta e a volte eseguo le ricette con ingredienti " dannosissimi"
    Bacione goloso mia cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio di cuore e infinitamente cara Nella per aver apprezzato la mia ricetta,sei sempre troppo gentile e carinissima:)).
      Concordo pienamente con quanto scrivi:oggi,al contrario del passato,tanti ingredienti vengono demonizzati in quanto ritenuti dannosi per la nostra salute..io penso che fa male l'eccesso,l'esagerazione...se questi ingredienti vengono consumati ogni tanto non possono assolutamente recare danno..se il loro consumo e' frequente allora il discorso cambia;).
      Un bacione anche a te:))

      Elimina
    2. Mi hanno messo a dieta viste le mie analisi del sangue..sic!Ma non abbiamo parlato di dolci..allora ..via libera!!!!!bacio!

      Elimina
    3. Grazie mille carissima Nella, sei sempre gentilissima:))
      un bacione anche a te:))

      Elimina
  39. Che libidine! Sono golosissima anche io ❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite Sara sei gentilissima:))).
      Un bacione:))

      Elimina
  40. Un grande bacio e buon week end

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore per il pensiero gentile cara amica,un bacione grande e buon fine settimana anche a te:))

      Elimina
  41. Buona serata cara Rosy!
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio di cuore per il pensiero gentile cara Enza,buona serata e un abbraccio anche a te :))

      Elimina
  42. Ciao Rosy, con queste considerazioni sulla margarina mi hai fatto tornare in mente un libro molto interessante, "In difesa del cibo", chissà se lo conosci anche tu?
    Quanto al dolce, da queste parte se ne fa una versione simile, con il mascarpone, e anche di quello le origini si sono perse nel tempo...
    Un abbraccio,
    V.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Veronica grazie mille per la segnalazione,non conoscevo il libro ma sono andata a controllare su internet e lo trovo veramente interessante,se lo trovo lo vorrei acquistare;).
      Sicuramente la versione con il mascarpone e' più sana (rispetto la mia versione con la margarina,il grasso peggiore che esiste,da quanto si è scoperto:) e senza dubbio goduriosa :)
      Un abbraccio anche a te:))

      Elimina
  43. Ciao Rosy, buona settimana e un bacione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore per il pensiero gentile Carla,un bacione e buona settimana anche a te:))

      Elimina
  44. Una bomba faceva la tua nonna. Deve essere spettacolare, poi in queste sere fredde invernali...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una bomba calorica davvero..ma non la mangiavo da oltre sei anni..quindi una volta ogni tanto specie se così di rado..non posso fare male;).
      Grazie infinite per aver apprezzato la ricetta di mia nonna,sei troppo gentile,in effetti,nonostante la presenza di un ingrediente oggi improponibile e' favolosa:))
      Un bacione:))

      Elimina
  45. quando un dolce ha un valore affettivo è ancora più buono!
    buona settimana
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo in pieno Alice:il valore affettivo rende speciale qualsiasi ricetta:)).
      Un bacione e buona settimana anche a te:))

      Elimina
  46. Ma cosa mi hai ricordato adesso! Mia mamma lo preparava, proprio con la Gradina ... l'ho mangiato spesso, da bambina, questo dolce. È una specie di antenato del tiramisù, se vogliamo :-D Oggi non riesco più ad usare la margarina, al di là di tutto ciò che si dice e non si dice c'è il fatto che non mi piace proprio il sapore, sarà che forse quella di una volta era migliore, boh. Buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa veramente piacere che anche tua madre era solita realizzare questo dolce e che quindi hai avuto modo di conoscerlo:).Per quanto riguarda la margarina sinceramente neanche a me piace,e infatti non la uso mai (l'ho acquistata solo per realizzare questo dolce;)e preferisco mille volte il burro(laddove e' tassativo,vedi la besciamella)e l'olio extravergine per cucinare..in questo dolce secondo me quel sapore non si avverte proprio e non saprei perché..forse perché nell'insieme prevale il sapore goloso dato in generale dalla combinazione di tutti gli ingredienti,credo...
      Un bacione e buona settimana anche a te:))

      Elimina
  47. Ciao Rosy, passo per un saluto e grazie per essere sempre presente nel mio blog! Buona giornata, baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite per il pensiero gentile cara Molly,buona serata e tanti baci anche a te:)).

      Elimina
  48. con due bimbi malati in contemporanea...io che mi sono appena rimessa in piedi dopol'influenza...direi che vorrei tutta questa teglia! BUONISSIMA!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei troppo gentile e carinissima Irene,grazie di cuore per le parole di apprezzamento nei confronti della mia ricetta:)).
      Un bacione:))

      Elimina
  49. Ciao Rosy, un salutino per augurarti buona giornata!!!
    Com'è il tempo da voi? A Venezia giornata grigia e umida, in attesa della pioggia....ma quello che è stranissimo a novembre sono 17 gradi di temperatura, ma quando arriva l'inverno!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Laura, grazie di cuore per essere passata per il pensiero gentile, sei sempre carinissima:)).
      Per quanto riguarda il temo qui non c'è per niente freddo ma si sta divinamente..in questo momento, e
      siamo verso le ore 16, ci sono 21 gradi
      circa..temperature quindi estremamente miti e gradevoli, decisamente autunnali..anche da me l'Inverno è lontano e chissà quando e se arriverà...
      tanti baci e una splendida giornata anche a te anche a te:))

      Elimina
  50. E' una golosità che ogni tanto ci possiamo concedere!! Grazie per la ricetta!! Un abbraccio, ti auguro una buona giornata e, vista l'ora, buon pranzo!! Baciii
    Sy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo pienamente con quanto scrivi Sy:si tratta di un dolce estremamente calorico ma ogni tanto non può certamente recare danno!Ringrazio a te per aver apprezzato la mia ricetta sei sempre gentilissima:)).
      Un abbraccio,buona giornata e buon pranzo anche a te:)).
      Un bacione:))

      Elimina