lunedì 21 dicembre 2015

Agnello con le patacche



..le patacche non sono altro che i topinambur..tale termine è quello utilizzato in Sicilia (o perlomeno nella zona in cui risiedo) per designare tale tubero.
Ma la ricetta in questione è stata realizzata quando mi trovavo ancora in Sardegna e trovare i topinambur è stata un pò un'impresa in quanto non molto diffusi al contrario della Sicilia dove li trovo molto facilmente, soprattutto in Autunno in quanto utilizzati per alcuni piatti tradizionali tra cui la scaccia ragusana con le patacche (cliccate qui per vedere la ricetta;). Anche questo piatto è stata realizzato nell'ultimo periodo della mia permanenza in Sardegna, quando stavo un pò meglio.....la bontà di questa preparazione è data dalla presenza di carne di qualità eccellente quale l'agnellino sardo da latte il cui sapore non ha niente, davvero niente a che vedere con l'agnellone... ..il secondo infatti ha un sapore forte non sempre gradito, mentre l'agnellino sardo da latte un gusto delicatissimo e molto gradevole..merito dell'alimentazione dell'animale ma secondo me anche del pascolo....
ma ecco la ricetta in questione..qui la materia prima è tassativa e in modo assoluto, considerata anche l'estrema semplicità degli ingredienti utilizzati;)

Ingredienti:

1\4 di agnellino sardo da latte a pezzi
1 spicchio d'aglio grosso tritato
500 gr di patacche (topinambur, carico anche la foto presa da una vecchia ricetta per rendere l'idea;)



prezzemolo fresco tritato
sale
acqua o vino bianco (poco e di ottima qualità)
olio extravergine d'oliva


Innanzitutto rosolare bene l'agnellino  a pezzi nell'olio extravergine d'oliva scaldato.


quando inizia a prendere colore aggiungere l'aglio tritato....



e rosolare un pò prestando attenzione affinchè non si brucia....
a questo punto unire le patacche a fette non troppo grosse (circa 1\2 cm di spessore o poco meno)


salare quanto basta e proseguire la cottura dapprima scoperto (e appena il tutto inizia ad asciugare aggiungere poca acqua o poco vino bianco), quando le patacche iniziano ad appassire coprire....
e proseguire fino ad avvenuta cottura dell'agnellino e delle patacche...calcolare circa tre quarti d'ora abbondanti dopo aver aggiunto il tubero in quanto l'agnellino è piccolo...e la cottura richiesta non è eccessiva (a fine cottura calcolate che deve risultare tenerissimo..se non è così proseguite fino al raggiungimento di questo risultato..ma attenzione anche alle patacche..una cottura eccessiva le potrebbe squagliare non compromettendo certamente il sapore ma il risultato estetico del piatto).
Quasi a fine cottura aggiungere prezzemolo fresco tritato.


In cottura prestare attenzione affinchè il tutto non si asciughi unendo man mano poca acqua in modo da garantire la presenza costante del sughetto sottostante (raccomando vivamente di non fare asciugare il tutto in quanto il piatto perderebbe..)


60 commenti:

  1. Sai rosy cara che non l'ho mai mai assaggiato mi devo decidere a prenderlo che gusto ha????simile alla patata??complimenti per questo piatto mi sto leccando i baffi ...baciiiiii e Felice 2016 CON CHI AMI ...vicino a te e lontano da te

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Cinzia,il sapore è molto simile a quello dei carciofi ma la loro consistenza si avvicina a quella delle patate per quanto secondo me dopo la cottura risultano più morbide...il gusto si avvicina molto comunque al carciofo;).Grazie di cuore per aver apprezzato il mio piatto,sei sempre troppo gentile e carinissima,mi fa molto piacere che ti sia piaciuto:)).
      Grazie infinite e di cuore per gli auguri che ricambio facendo anche a te e famiglia i miei migliori e più sinceri auguri per un felice e sereno 2016:))).
      Un bacione grande:))

      Elimina
  2. neppure io mai provato. Anche qui in lombardia è un tubero che si trova ora perchè se ne parla nei programmi tv, ma fino a poco tempo fa non era per nulla utilizzato...
    Ottimo l'agnello,non facile cucinalo bene, questo sembra favoloso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. o le ho scoperte venendo in Sicilia (dove risiedo ormai da cinque anni)...quando abitavo in Sardegna non le avevo mai viste per anni solo di recente occasionalmente si possono trovare,al contrario della Sicilia dove sono diffuse e conosciute in quanto impiegate per la preparazione di alcuni piatti tradizionali:).
      Ti ringrazio tantissimo per aver apprezzato la mia ricetta e per esserti unita ai miei lettori sei stata davvero gentilissima:))).Concordo in pieno con quanto scrivi oltre la qualità è importante una giusta cottura per un risultato ottimale:))
      Un bacione e grazie ancora:))

      Elimina
  3. <3 Che buono deve essere. Adoro il topinambour che messo con l'agnello deve essere proprio una bella unione di sapori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio tantissimo per aver apprezzato la mia ricetta sei troppo gentile:))il sapore delicatissimo dell'agnellino sardo da latte si sposa alla perfezione con quello del topinambur un po' più deciso in quanto si
      avvicina al gusto del carciofo:))
      Un bacione e grazie ancora:))

      Elimina
  4. Buono questo piatto. Lo so che un buon agnello si trova solo nei buoni pascoli, sopratutto se sono di montagna. Mia suocera un tempo li allevava ed erano molto teneri e buoni, il gusto era molto gradevole, invece in campagna da mia mamma la carne di agnello aveva un gusto strano, non li allevava lei ma lo comprava ogni tanto. La nostra soddisfazione non era grande e così li toccava a non prenderlo più. Tu hai fatto un piatto succulente !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio tantissimo per aver apprezzato il mio piatto,sei troppo gentile:)).Concordo in pieno con quanto scrivi:la qualità eccellente della carne dipende dal pascolo buono ed è grazie a questo che il suo sapore sarà favoloso....immagino la bontà degli agnelli allevati da tua suocera...gli altri che comprava tua madre sicuramente se avevano un sapore non eccellente poteva dipendere da un pascolo non
      ottimale.Io fino a cinque anni fa vivevo in Sardegna e in tale regione vi è una enorme e importantissima tradizione legata all'allevamento ovino e le carni in
      questione sono ottime,eccezionali..
      Un bacione e grazie mille ancora:))

      Elimina
  5. Carissima Rosy, come sempre prepari dei piatti straordinari! Ottima preparazione e cottura dell'agnello col tubero. A tale proposito vorrei chiederti se si possono aggiungere delle patate al posto dei topinambour. Che ne pensi?
    Un grande bacio, ed ancora complimenti per l'ottima preparazione!
    Kiss Rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Rosa, grazie di cuore per le splendide parole, sei sempre carinissima:)). Ti ringrazio tantissimo per aver apprezzato il mio piatto, sei
      troppo gentile:)).
      Considera che le patacche hanno un sapore che si
      avvicina molto a quello del carciofo quindi a parte
      la
      consistenza (sebbene più morbida)non hanno molto in comune (a livello di sapore) con le patate...puoi tuttavia provare ma il
      sapore non è lo stesso..verrebbe comunque un buon
      piatto a base di carne di agnello in umido con le patate, sicuramente buonissimo ma diverso da questo;).
      Fammi sapere;)
      Un bacio grandissimo anche a te e grazie infinite per i complimenti, sei sempre gentilissima:))

      Elimina
  6. O che ridere, scusami, ma quando ho letto patacche mi è partita la risarola....
    L'agnello proprio non ce la posso fare, ma le patacche mi piacciono un sacco!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Mila, sicuramente si tratta di un termine che da te (credo) ha un diverso significato, quindi immagino e capisco come questo nome possa fare ridere:)). Ci sono termini dialettali ma non solo, che in certe
      regioni hanno un significato e in altre uno magari ne hanno uno
      opposto o che comunque fa sorridere! Pensa che in Sardegna (ma anche in altre regioni ) viene utilizzato
      spesso il termine 'babbo' come equivalente a 'papà'...ebbene , in Sicilia, lo stesso termine vuol
      dire 'scemo' quindi puoi immaginare quanto possa fare
      ridere, ma questo è solo un esempio..sicuramente vi sono tanti altri termini con significati totalmente
      differenti a seconda del luogo in cui vai:))).
      Per quanto riguarda l'agnello neanch'io amo quello grande, cioè l'agnellone in quanto lo trovo pesante e
      non molto gradevole, al contrario l'agnellino sardo
      da latte è delicatissimo e lo mangio davvero volentieri:)
      un bacione:))

      Elimina
  7. CHE BEL PIATTO, MAI AVREI PENSATO DI POTERLI CUCINARE CON L'AGNELLO!!!!BRAVISSIMA!!!tI AUGURO UN SERENO E MAGICO NATALE!!!A PRESTO!!BACI SABRY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Sabry ti ringrazio tantissimo per aver apprezzato il mio piatto e per i complimenti, sei sempre gentilissima, mi fa davvero piacere che ti sia piaciuto:))
      grazie di cuore per gli auguri che ricambio facendo anche a te e famiglia i miei migliori e più sinceri auguri per un felice e sereno 2016:))
      Tanti baci anche a te:))

      Elimina
    2. e ovviamente per uno splendido Natale in compagnia dei tuoi cari:)))

      Elimina
  8. Non sapevo che in Sardegna si chiamassero così, si impara ogni giorno qualcosa di nuovo :-P Non mangio agnello ma sono passata ugualmente per augurare a te e ai tuoi cari delle serene feste <3
    A presto Rosy <3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Consuelo, veramente si chiamano così in Sicilia (o almeno nella zona in cui risiedo..)in Sardegna non le avevo mai viste...solo di recente e solo occasionalmente:)).
      Grazie di cuore per gli auguri che ricambio facendo
      anche a tee e famiglia i miei migliori e più sinceri auguri per un felice e sereno Natale e un bellissimo 2016:)).
      Un bacione:))

      Elimina
  9. non le ho mai mangiate .... dovrei provarle !! anche se non mangio l'agnello il tuo piatto è davvero invitante!
    bacioni e tantissimi auguri di buon Natale a te e famiglia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Mary qui nel ragusano si trovano abbastanza facilmente soprattutto in Autunno, sono buonissime e il loro sapore si avvicina molto a quello del carciofo:)). Ti ringrazio tantissimo per aver
      apprezzato il mio piatto, sei sempre gentilissima:))
      grazie di cuore per gli auguri che ricambio facendo anche a te e famiglia i miei migliori e più sinceri auguri per uno splendido Natale e un felice e sereno
      2016:))
      Tanti bacioni anche a te:))

      Elimina
  10. Tantissimi auguri di Buon Natale a te e alla tua famiglia!!!
    Il piatto che hai preparato lo trovo invitante e appetitoso, noi non mangiamo l'agnello, sei comunque riuscita a cucinarlo in maniera perfetta:)
    Flora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore carissima Flora sei troppo gentile:))ricambio facendo anche a te e famiglia i miei migliori auguri per un felice e sereno Natale:)).
      Ti ringrazio tantissimo inoltre per aver apprezzato il mio piatto,sei sempre gentilissima:))la differenza sta proprio nell'utilizzo dell'agnellino sardo da latte il cui sapore è molto più delicato e gradevole dell'agnello adulto:))
      Un bacione e ancora grazie mille:))

      Elimina
  11. Ottima idea per le Feste. Un grande augurio a te e ai tuoi affetti, carissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio tantissimo Francesca sei gentilissima:))
      Grazie di cuore per gli auguri che ricambio facendo anche a te e famiglia i miei migliori e più sinceri auguri per un felice e sereno Natale:))
      Un bacione:))

      Elimina
  12. Ahhh, quando passo da te rimango sempre estasiata della tua cucina sarda, quante cose buone! L'agnello mi piace molto, ma con le patacche mi ha letteralmente conquistata! Grazie cara Rosy, un abbraccio grande, con i migliori auguri di un sereno Natale!

    RispondiElimina
  13. Carissima Simona ti ringrazio tantissimo per le splendide parole e per aver apprezzato la mia ricetta sei sempre troppo gentile e carinissima:))mi fa molto piacere che ti sia piaciuta:)).L'agnellino sardo da latte ha un gusto delicatissimo che si sposa bene con quello più deciso delle patacche:)).
    Grazie di cuore per gli auguri che rinnovo facendo anche a te e famiglia i miei migliori e più sinceri auguri per un felice e sereno Natale:))
    Un forte abbraccio anche a te:))

    RispondiElimina
  14. Ciao Rosy i tuoi piatti hanno sempre una marcia in più! I topinambour qui si trovano facilemnte ma non li ho mai comprati, penso che ora lo farò! Cara Rosy ti auguro un Natale sereno e felice insieme alla tua famiglia e spero che babbo natale ti riservi proprio il regalo che desideri qualunque esso sia! Ti abbraccio con affetto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Marina ti ringrazio tantissimo per le bellissime parole sei carinissima:)).I topinambur li ho conosciuti con il nome di patacche qui in Sicilia in quanto utilizzati nella preparazione di alcuni piatti tradizionali,almeno nella zona del ragusano:)).Il loro sapore si avvicina molto a quello del carciofo ed è veramente ottimo,la loro consistenza simile alle patate ma in cottura risultano ancora più morbidi:)).
      Grazie infinite e di cuore per gli auguri e per le splendide parole:))rinnovo anche a te i miei migliori e più sinceri auguri per un felice e sereno Natale a te e famiglia augurandoti con tutto il cuore che il nuovo anno porti la realizzazione di quanto più desideri:))
      Un abbraccio affettuoso anche a te e ancora grazie mille:))

      Elimina
  15. bravissima rosy !!! ti abbraccio augurando a te e alla tua famiglia delle serenissime feste !!!un bacione...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore per i complimenti cara Mammalorita,sei gentilissima:)).
      Grazie infinite per gli auguri,rinnovo anche a a te e famiglia i miei migliori e più sinceri auguri per un felice e sereno Natale:))
      Un bacione:))

      Elimina
  16. le patacche non sapevo in effetti cosa fossero e con l'agnello hai realizzato una ricetta molto gustosa e prelibata. Colgo l'occasione per ricambiare gli auguri di buon Natale a te ed ai tuoi cari. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Giovanna le patacche non sono altro che i topinambur:un tubero dal sapore molto simile al carciofo ma la cui consistenza si avvicina alla patata per quanto in cottura risulta più morbido...ti ringrazio tantissimo per aver apprezzato la mia ricetta sei sempre gentilissima,mi fa molto piacere che ti sia piaciuta:)).
      Grazie di cuore per gli auguri,rinnovo anche a te e famiglia i miei migliori e più sinceri auguri per un felice e sereno Natale:)).
      Un abbraccio anche a te:))

      Elimina
  17. Cara Rosy, un saluto al volo per augurarti buon Natale.
    V.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Veronica grazie di cuore per gli auguri:))rinnovo anche a te e famiglia i miei migliori e più sinceri auguri per un felice e sereno Natale:)).
      Un bacione:))

      Elimina
  18. Auguri tesoro con tutto il mio cuore ti sono vicina !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite e di cuore carissima Cinzia,sei carinissima:)) rinnovo anche a te e famiglia i miei migliori e più sinceri auguri per un felice e sereno Natale:)).
      Un bacione grande:))

      Elimina
  19. questa ricetta con l'agnello mi piace tanto, io adoro i topinambur! Tanti auguri di Buone feste!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Silvia ti ringrazio tantissimo per aver apprezzato la mia ricetta,sei troppo gentile,mi fa davvero piacere che ti sia piaciuta:)).
      Grazie di cuore per gli auguri,rinnovo anche a te e famiglia i miei migliori e più sinceri auguri per un felice e sereno Natale:)).
      Un abbraccio anche a te:))

      Elimina
  20. TI AUGURO DI TRASCORRERE CON LA TUA FAMIGLIA UN SERENO E MAGICO NATALE!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore carissima Sabry per gli auguri,rinnovo anche a te e famiglia i miei migliori e più sinceri auguri per un felice e sereno Natale :))
      Rosy

      Elimina
  21. Sai mia cara Rosy quanto tempo sarà che non assaggio l'agnello? Proprio non riesco più a mangiarlo, mi sembra di avere davanti a me un bimbino abortito! Ma sarò strana no? E pensare che ricordo quello fatto da mia nonna e ne andavo pazza e non avevo tante paturnie per la testa come ora.
    Scusami mia cara, ti stringo forte e ti auguro una serena serata natalizia..

    RispondiElimina
  22. Cara Nella...penso che mettendomi anch'io a riflettere e a pensare nel dettaglio a come vengono macellati animali quali in questo caso l'agnellino da latte...sicuramente ne rimango impressionata e magari non li mangerei più....il fatto che mi spinge,di tanto in tanto,a consumare questi cibi (e di conseguenza a proporli nel blog)è l'enorme valore affettivo che per me rivestono in quanto tanti sapori appartenenti alla cucina tradizionale mi rimandano alla mente a ricordi legati a festività importanti che trascorrevo in compagnia dei miei cari nella mia regione d'origine dalla quale vivo lontana ma i cui sapori e profumi rimangono sempre nel mio cuore..non li posso proprio dimenticare!Non ti devi scusare assolutamente,capisco benissimo:))))un abbraccio forte anche a te e buone feste anche a te:))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma io sono veramente fissata tesoro per queste cose mi devi perdonare..e pensare che ne mangio altre che poi alla fin fine non sono così dissimili dall'agnello...ma i miei neuroni spesso impazziscono..
      Ti stringo forte!

      Elimina
  23. Quanto apprendo leggendoti, cara Rosy! Tradizione e cultura non solo culinaria. Grazie di cuore, cara amica ed ancora Buone Feste!
    Un abbraccio grandissimo,
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Maria Grazia grazie di cuore a te per le splendide parole sei sempre carinissima e troppo gentile:)).
      Grazie infinite per gli auguri che ricambio rinnovandoli a te e famiglia:)).
      Un fortissimo abbraccio anche a te e ancora grazie mille:))
      Rosy

      Elimina
  24. ...il topinambur non l'ho mai assaggiato, sembra zenzero, ma non so che sapore abbia...
    magari nel 2016 lo compro e lo abbino alle cotolette, che se proprio non dovesse piacermi, mi consolo con il mio piatto preferito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il topinambur ha un sapore che si avvicina molto a quello del carciofo e una consistenza simile alla patata ma in cottura risulta più morbido...a me piace tantissimo:)).Ho imparato a conoscerlo da quando abito in questa zona della Sicilia in quanto quando vivevo in Sardegna non l'avevo mai assaggiato né tantomeno visto..solo di recente e occasionalmente:)).Se lo provi fammi sapere se ti è piaciuto:))
      Grazie mille per essere passata:))
      Baci

      Elimina
  25. Patacche... ma sai che credevo fossero monete false? :)
    Invece devo dire che anche qua le trovo spesso ma non le ho mai comprate perche' non sapevo come cucinarle... ora con questa tua gustosissima ricetta ci provero'!! ::)
    Ne approfitto per farti gli Auguri per un meraviglioso 2016..!!
    Grace

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Grace ti ringrazio tantissimo per aver apprezzato la mia ricetta sei troppo gentile,mi fa davvero piacere che ti sia piaciuta:))se la provi fammi sapere;).
      Grazie di cuore per gli auguri che ricambio facendo anche a te e famiglia i miei migliori e più sinceri auguri per uno splendido 2016:)).
      Un bacione:))
      Rosy

      Elimina
  26. Tesoro ma dev'essere squisito l'agnello cucinato cosììììì,mi fai venire una fame nonostante ho già mangiato,wow!!! :PP
    Adoro quei tuberi,qui noi in Piemonte li mangiamo molto.. :-))
    Un bacione grande e tanti tanti auguri per un felicissimo 2016 a te e i tuoi cari Rosy!!!! <3 <3 <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Daiana ti ringrazio tantissimo per aver apprezzato la mia ricetta sei sempre carinissima e troppo gentile:)).In effetti il sapore dei topinambur,molto simile a quello del carciofo si abbina meravigliosamente con quello dell'agnellino da latte,tenero e delicatissimo:)).Mi fa piacere inoltre che conosci e apprezzi questo tubero,anche a me piace tanto:)).
      Grazie di cuore per gli auguri che ricambio facendo anche a te e famiglia i miei migliori e più sinceri auguri per un meraviglioso 2016:)).
      Un bacione grande anche a te e ancora grazie mille:))

      Elimina
  27. ciao Rosy , ripasso per augurarti un sereno fine anno e farti tanti auguri per un felice 2016 !!!
    bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Mary grazie di cuore per gli auguri che ricambio facendo anche a te e famiglia i miei migliori e più sinceri auguri per uno splendido 2016:)).
      Tanti bacioni anche a te:))

      Elimina
  28. Ciao Rosy, bellissima ricetta, mi hai fatto venir voglia di provare le patacche che da noi non esistono ma c'è il topinambur (come cavolo si scrive :-)).
    E visto che non puoi commentare ma so che lo faresti se potresti, ti vengo a trovare io e ti faccio un mondo di auguri, che il nuovo anno ti porti tanta serenità e momenti di felicità!! Un bacio dalla tua blogmadrina! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Daniela, che piacere leggerti:))). Sai, io ignoravo del tutto l'esistenza di questo tubero e l'ho scoperto solo una volta trasferita qui nella zona del ragusano, dove risiedo da ormai cinque ani:)). Qui vengono appunto chiamate 'patacche ' e vengono
      utilizzate nella preparazione di diversi piatti tipici tra cui la scaccia con le patacche, già postata nel blog;).
      Mi dispiace veramente non poter più commentare a causa del profilo google plus che non ho..comunque ti seguo e sempre con grande piacere:). Grazie di cuore per gli
      auguri e per essere passata, ricambio facendo anche a te e famiglia i miei migliori e più sinceri auguri per
      un meraviglioso 2016, spero possa essere all'insegna della realizzazione di quanto più desideri,della salute e felicità:))).
      Un bacione e grazie mille ancora:))

      Elimina
  29. Ciaooo dolce amica lo so' che sono gia passata tre volte ma volevo ringraziarti per tutto e per la tua costante presenza ti auguro un 2016 migliore ...siii forte ...ciao dolcezza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Cinzia sono io che devo ringraziare te per la gentilezza, per tutto l'affetto e la vicinanza che hai sempre dimostrato nei miei confronti..grazie infinite e di cuore per tutto e anche per gli auguri
      che ricambio facendo anche a te e famiglia i miei
      migliori e più sinceri e sentiti auguri per un meraviglioso 2016 affinchè possa essere all'insegna della serenità, della salute e della realizzazione di quanto più
      desideri:)))).
      Un bacione grande e grazie mille ancora:))

      Elimina
  30. Questo con le "patacche" mi era sfuggito. Mi piace il topinanmbur hanno un sapore di carciofo e mi piace anche l'agnello ma solo a me. Quindi credo che per una costina di agnello solo per me non valga la pena di questo lavoro sono pigra :)
    Buon Anno 2016 a te e famiglia ed a tutti i tuoi cari.
    Bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Edvige, anche a me piace tantissimo il topinambur: un tubero dal sapore di carciofo e dalla consistenza, una volta cotto, simile alla patata ma più morbido. L'abbinamento con l'agnello è ottimo in
      quanto il sapore deciso e delicato al tempo stesso del
      topinambur ben si abbina a quello delicatissimo dell'agnellino sardo da latte.. sapori si sposano alla perfezione:)). Ti ringrazio tantissimo per aver
      apprezzato la mia ricetta sei sempre gentilissima, mi fa veramente piacere che ti sia piaciuta:)).Grazie di
      cuore per gli auguri che ricambio facendo a te e famiglia i miei migliori, più sinceri e sentiti auguri per un meraviglioso 2016 a te e famiglia, che possa
      essere all'insegna della serenità, della salute e che possa realizzare quanto più desideri:)).
      Un bacione grande e ancora grazie mille:))

      Elimina
  31. che bell'agnello! che buon secondo con contorno .. si sposano a meraviglia cara Rosy! A me piace molto con i carciofi, con le patacche (carino chiamarli così i topinambur :-)) che hanno sapore simile ma più delicato, è ancora più appetitoso, grazie per avermi fornito i link mia cara!

    RispondiElimina
  32. Carissima Simona, grazie infinite a te per aver apprezzato questa semplice ma gustosissima ricetta, la presenza dell'agnellino sardo da latte qui fa la differenza e in modo notevole :)) qui in Sicilia (o perlomeno, nella zona del ragusano dove risiedo:) i topinambur vengono denominati 'patacche', anch'io li adoro, così come adoro i carciofi..concordo in pieno con quanto scrivi: il sapore è simile a questi ma più delicato:)).
    Un bacione e grazie ancora per tutto:))

    RispondiElimina